Intervista a Renata Maraolo
Renata Maraolo, famosa conduttrice televisiva, conosciuta dal grande pubblico con il suo nome d’arte Renata Mauro, dedica dal 1978 gran parte della sua vita all’allevamento dello shih-tzu, conseguendo indiscutibili traguardi.
Accolti con molta ospitalità nella sua bellissima residenza, completamente immersa nel verde, abbiamo potuto ammirare,oltre agli stupendi “soggetti”, innumerevoli collezioni d’arte, realizzate con tecniche espressive diverse, aventi come unico soggetto lo “shih-tzu” .
Le suddette opere artistiche arricchivano le pareti e alcuni angoli della casa e contribuivano a creare un’atmosfera particolare nella quale era impossibile non restare affascinati.
La passione e la dedizione di Renata ( ci permettiamo di chiamarla per nome per il tono amichevole usato con noi durante l’intervista) nei confronti dello shih-tzu, fanno da filo conduttore nella lunga e interessante intervista che pubblichiamo.
Multi CH. EPSYLON E WAI TE-KOU "Benito"
Foto Ann Roslyn Williams
Multi CH. REQUEINA.SAN V.H.MARTINIHAIM All.Puck Vlieghuis (Mamma del WORLD e Multi CH. EPSYLON SHANGSU KOU "Tito")
Multi Ch.EPSYLON DENGXIAOPING KOU Ch. Italiano, Francese, Tedesco, Austriaco, Svizzero, Spagnolo, Olandese, Belga, Finlandese, Svedese, Russo, Lussemburghese, Sanmarinese, Internazionale
Sig.ra Maraolo da quanti anni alleva?
Ho avuto l'affisso nel 1978
 
Il suo primo cane è stato uno shih tzu?
No.
In casa ci sono stati sempre dei cani, la lista è lunga. Ho iniziato la mia vita con un fox liscio, una femmina che mia madre, appena rientrata dall'ospedale, mise nella mia culla; per me non ci furono problemi, ma nessuno mi si poteva più avvicinare.
Il secondo fox era a pelo ruvido.
Il terzo cane è stato un bassotto standard a pelo liscio, ma ho avuto anche dei Barboni Medi Neri.
Poi è arrivato Fernandel, bouledogue francese al quale mi ero molto affezionata, proveniente da un famosissimo  allevamento tedesco, di allora, “ VON RATIBOR UND CORVEY”.  Fernandel invecchiava benissimo, data la razza, visse fino all'età di 12 anni, grazie all' aria pulita della città di Lugano, dove abitava mia madre a cui lo avevo affidato per motivi di viaggio-lavoro.

Quindi possiamo dire che lei proviene da una famiglia dove i cani non sono mai mancati…visto le razze nominate!.. Abitava in città oppure la taglia è stata una scelta casuale?
Abitavo a Milano.


Multi CH.SHOW OFF'S PERFECT EXAMPLE - Ch. USA, Italiana, Francese, Internazionale
Multi CH.EPSYLON WANCHU KOU Ch.Italiano, Svizzero,Lussemburghese, Internazionale
CH. EPSYLON SHANGFU KOU
Cosa ci può raccontare della sua prima expo?  E’ stata la expo di Milano?
No.
Dopo aver lavorato in settori diversi e in paesi diversi, nel 1975, entrò nella mia vita il mio primo shih-tzu.
Mi era stato regalato a Montecarlo da una persona che gode di una certa notorietà, a quel tempo io lavoravo a Monaco e viaggiavo continuamente dalla Francia a Milano. Un giorno, in via Montenapoleone, incontrai la signora Sommi Picenardi in compagnia di un signore, lei e io si chiacchierava e lui, che in seguito seppi essere il giudice inglese di grande fama, Joe Braddon, guardava il cane che avevo al guinzaglio. In modo abbastanza brusco, interruppe le nostre ciance da signore e, senza sapere se io parlavo o no la sua lingua, mi chiese se avevo mai esposto il cane. Risposi di no e lui mi disse che stavo commettendo un errore perché, a suo parere, Tai aveva molte qualità.
Decisi di esporre il cane, ma non sapevo da che parte incominciare, chiesi aiuto a Paolo Dondina e a Maria Teresa Garabelli e quest'ultima mi portò con sè a Mondovì dove il giudice era Luciano Bernini. Lei, Maria Teresa, entrò nel ring, lo presentò, allora non era ancora giudice, e ne uscì con il mio primo BOB. Qualche tempo dopo andai a Bellagio, altra musica, il giudice era la signora Tina Violi Gussoni, la quale, senza tanti complimenti, diede il BOB al cane, ma sulla relazione scrisse che il merito del risultato era totalmente dovuto allo shih-tzu, data "la pessima presentazione". L'handler ero io. Beppe Benelli e Paolo Dondina che erano presenti, cercarono di convincermi di non partecipare al raggruppamento, ma io, quando comincio a ballare, ballo fino in fondo. Entrai in ring d'onore, guardavo tutti gli altri espositori e cercavo goffamente di imitarli, e forse ci sono anche riuscita in qualche modo, visto che lo shih-tzu non venne buttato fuori alla prima selezione. Il divertimento fu  tale, che da allora, praticamente non mi sono più fermata, anche se riconoscevo e riconosco che forse qualcosa di buono in cinofilia l'ho fatto, ma non sono mai stata una grande handler.


Multi CH. SHOW OFF'S PERFECT EXAMPLE - Ch. USA, Italiana, Francese, Internazionale
Cosi ha conosciuto le expo casualmente, come è capitato a molti, fortunatamente a fianco di persone validissime, poco dopo arriva la sua prima cucciolata…il suo primo campione…volevamo conoscere questi passaggi…suggerimenti o consigli che ha ricevuto… la sua scelta di allevare…come è nato Epsylon?
Le persone di cui ho raccontato non mi hanno influenzato più di tanto, soprattutto perchè allora la razza era ancora poco diffusa. Sono sempre stata una self-made woman e anche in questo caso ho voluto esserlo, mi sono informata, ho letto, ho scritto, ho telefonato e poi sono partita per Colonia, allora sede del Bundessieger Hunde Ausstellung. Ho fatto, per caso, la cosa giusta, e guardando gli shih-tzu presentati nel ring, mi sono resa conto di quello che mi era stato detto da un giudice, che se n'è andato certamente in un paradiso di cani, e cioè che i tipi di shih-tzu erano 2 e ben distinti tra loro. Mi sono avvicinata ad una allevatrice olandese disponibile, più di quanto lo fossero stati i tedeschi, mi sono informata e ho visto e toccato con mano le differenze. Sono tornata a casa ripromettendomi che se avessi deciso di acquistare un nuovo cane, non sarebbe stato di origine inglese, come quello che avevo, ma "scandinavo" come quelli che avevo visto a Colonia. Per una serie di motivi personali, la decisione avvenne prima di quanto avessi pensato, telefonai in Olanda e chiesi se fosse possibile acquistare 2 femmine, figlie di un incantevole e molto orientale soggetto, che avevo visto in Germania. Di lì a qualche tempo andai a prendermi RISHRA e RAKAYA, bianche e nere, tutte e due, diverse di temperamento, ma non di classe. Raggiunta l'età richiesta incominciai ad esporle, e tutte e due divennero Campionesse,  italiane, internazionali e di altri paesi europei. Poi arrivò TASSO, maschio, e poi REQUENA, che ha fatto molta della storia di questa razza affascinante. Ma il mio primo campione EPSYLON fu una femmina, ETA, e il mio secondo, più importante, e che infastidì non poco la mia concorrenza, sia nazionale che estera, si chiamava Epsylon E Wai Te Kou, ma io lo chiamavo Benito.
Multi CH. SHOW OFF'S PERFECT EXAMPLE al Collare d'Oro
MULTI Ch.EPSYLON DENGXIAOPING KOU "Sole" Foto scattata a "Sole" poco prima di essere tosato
Cucciolo dell'allevamento Epsylon
RHUMOR ME DE MORGANAN'DHO all.Iriart - prop.Fareri

In Italia in quei tempi, lo Shih Tzu era poco diffuso,lei non ha risparmiato risorse di tempo e di soldi… per realizzare  le sue idee di razza  viaggiando molto all' estero…
Com' era il gruppo dei cani da compagnia in quei momenti ?
Quali erano le razze più importanti?
Come era una expo allora?
Come erano i mezzi d’ informazione e le riviste del settore?

Il dilettantismo non ha mai fatto parte del mio carattere, se faccio una cosa cerco di farla nel modo migliore, sono curiosa, mi informo, leggo, chiedo e, avendo il dono delle orecchie e della bocca, ascolto molto e parlo un po' meno. Il risparmio poi, non parliamone neppure, non rubo, non sottraggo niente a nessuno, uso del mio e ne faccio quello che meglio credo. Ho speso soldi in viaggi e in cani, in cose belle o che io ritenevo tali. Quindi è ovvio che se mettessi in fila tutte le monete che mi sono uscite dalle tasche per prendere aerei, andare in alberghi e comperare shih-tzu, avrei certamente un bel gruzzolo. Ma il divertimento dove lo mettiamo? Io posso tranquillamente dichiarare che mi sono divertita molto e che però adesso non mi diverto più. Non perchè non godo di ottima salute, c'è chi sta peggio di me, ma perchè la cinofilia che ho avuto il piacere di conoscere, non esiste più. Morta e sepolta, purtroppo, insieme alle persone che ci hanno lasciato e che ne facevano parte.
Ma torniamo alla cronaca. Lo shih tzu non era una razza diffusa in Europa,arrivò  nel ’32, in Dinamarca, non era popolare come i cani da caccia,i barboni,i bichon,i pechinese,e poi tutti i terrier.
Anche l’antiquariato è molto recente,tutto quello che c'è di oggettistica, disegni,quadri sulla razza, è post 1932.
Soltanto andando negli USA ho potuto acquistare e collezionare ritratti di shih tzu: quelli presenti in soggiorno, ad esempio sono di una autrice americana, defunta, sono ritratti di altissima qualità;  posso dire che molto di quello che è stato fatto sullo shih tzu, artigianalmente, si trova a casa mia. Gli inglesi sono sempre stati famosi per tutta l’arte i cui soggetti erano soltanto le loro razze autoctone,come i terrier,invece sugli Shih Tzu c'è tanto materiale in America.
Gli Yorkies, pechinesi, barboni, chihuahua erano le razze  del 9°  più rappresentate, c'erano anche dei maltesi, pochissimi ed esclusivi. Le altre razze erano praticamente inesistenti, essendo rappresentate da pochissimi soggetti. Anche gli shih-tzu, che in seguito andarono aumentando, allora erano pochissimi, non brutti di costruzione e tipo, ma molto carenti per quel che riguardava la toelettatura. Tutto era molto casuale, naturale, i cani venivano lavati e via nel ring. Ricordo che un cane entrò nel ring senza che il pelo fosse stato raccolto sulla testa, il giudice Bernini, gentile e educato, lo fece uscire perchè gli venisse fatto quello che anche lo standard prevedeva.
Il gruppo 9° o cani da compagnia, non ha mai goduto di grande considerazione nonostante rappresentasse anche allora  i cani più "nazional popolari". Veniva a mancare un giudice, 20 anni fa era difficile, ma succedeva, non certo con la frequenza odierna, comunque se a mancare era quello preposto a giudicare le razze da compagnia, le medesime venivano rifilate al primo che passava, se era abilitato e se aveva pochi cani quel giorno a catalogo. Esattamente come oggi. Comunque paragonato al 9° gruppo di altri paesi europei, anglosassoni e scandinavi, il nostro 9° era miserello e poco rappresentato. Le razze predilette, sia oggi che allora, dagli italiani erano quelle così dette da difesa, insomma quelle razze che hanno una pessima reputazione, ma solo ed esclusivamente perchè ad appioppargliela sono alcuni proprietari incapaci che nascondono la loro vigliaccheria dietro ad un "cane". Per finire torno sul discorso delle esposizioni per aggiungere un particolare, che mi sono persa per strada, ma importantissimo 25 anni fa  il ring era solo un recinto dove si esibivano i cani e un giudice stilava una classifica, oggi la parola ring anche in cinofilia significa quadrato da combattimento e le armi non sono mai pari.
 
Per quello che riguarda i  mezzi di informazione, esisteva la RASSEGNA CINOFILA, era utilissima perchè riportava oltre ai risultati, anche le relazioni rilasciate dai giudici, era edita dall'ENCI, e non aveva niente da spartire con quella rivistucola spesso inutile, e sempre poco informativa, che è” I NOSTRI CANI” che invece di cambiare la veste editoriale ogni 3 mesi, dovrebbe cambiare il contenuto

Perché ha scelto come affisso, il nome EPSYLON?
Primo perchè gli altri me li ha bocciati la FCI, già esistenti, secondo perchè anche se pochi lo sanno, si tratta di un"pianetino", di qualcosa che non mi avrebbe, in caso di cambio di razza, legato alla Cina o comunque all'oriente.

Sopra: EPSYLON HE-LO KOU
A destra: Multi Ch.Epsylon Ping-Kou prop: Anna Krejcová, Praga, Rep. Ceca Ch.Giovane Italiana,Giovane Europea '94, Ceca, Slovacca, Italiana, Internazionale,Monagesca, Austriaca
Soggetti dell'allevamento EPSYLON
WORLD e Multi CH. SHOW OFF'S HUMOR ME

Lo Shih Tzu è una razza a pelo lungo,quindi bisogna parlare di toelettatura, handling… America… Europa… quali  sono le differenze…  e quali sono i suoi punti di vista?
La preparazione che negli Stati Uniti viene fatta su uno shih-tzu è straordinaria. Cominciamo col dire che noi alleviamo, toelettiamo, esponiamo insomma facciamo tutto in casa.
Negli U.S.A. invece da una parte ci sono gli allevatori e dall'altra gli handlers, questo nel 90% dei casi, perchè esistono anche i così detti owners-handlers, ovvero proprietari-allevatori-presentatori.
Il mestiere dell'handler, credo inventato in America, consiste nel preparare il cane al ring, non solo da un punto di vista di toelettatura, ma anche dal punto di vista presentazione-esposizione. Ci vuole grande pazienza, grande passione e grande feeling con il cane e grandissimo lavoro.
Grazie alla toelettatura si possono evidenziare i pregi e talvolta nascondere i difetti. La capacità di un handler consiste anche in questo Negli Stati Uniti sono quasi certa che alcuni "specials" sono diventati tali grazie alle mani alle quali erano stati affidati. Gli "specials" sono cani che una volta terminato il campionato, continuano la carriera per ottenere risultati più brillanti  e riuscire ad entrare nelle classifiche dei top dogs.

WESTMINSTER - Foto Renata Maraolo.

Ma torniamo a noi, noi che siamo andati negli U.S.A. per vedere cani e esposizioni.e non a caso oggi si dice che gli shih-tzu meglio preparati siano quelli che si vedono nei rings italiani. Sono certa che questo sia dovuto in massima parte alle capacità di coloro che arrivati in America, hanno saputo guardare, osservare, annotare insomma quasi incidere nella memoria quello che vedevano fare ai preparatori più affermati, attorno ai tavoli dei quali, hanno certamente trascorso lunghi momenti a spiare quello che i più capaci handlers stavano facendo. Più che la struttura dei cani, quello che differenzia l'America dall'Europa è indubbiamente la toelettatura. Ho sentito allevatori e giudici americani dichiarare che la maggior parte dei cani europei, messi nelle mani di un handler americano avrebbero potuto ottenere il titolo di campione U.S.A. e mi pare che questo significhi moltissimo e sia anche un grande complimento al nostro allevamento europeo. In Italia i terriers sono stati i primi cani toelettati il fox, lo scottish, il lakeland il welsh ecc. si presentavano nei rings scolpiti, e quando Beppe Benelli importò i primi grandi cani inglesi, importò anche gli handlers che gli preparavano i cani come in Inghilterra. Andiamo avanti con gli anni e passiamo ad un cane appartenente al 2° gruppo: il terranova. Manlio Massa oltre ad importare soggetti importantissimi, si accorse che in U.S.A. e Canada i cani avevani i piedi e le orecchie trimmate, più qualche altro piccolo ritocco, in Italia era già molto se ai cani veniva data una spazzolata e via nel ring, giudici ed espositori se ne accorsero e si resero conto che senza alcuna manipolazione chirurgica i cani avevano un aspetto diverso, comunque migliore. Quindi la toelettatura aiuta, ma non va dimenticato che nello standard americano dello shih-tzu,per esempio,viene penalizzato l'over-trimming, ovvero eccesso di toelettatura.
La mia esperienza personale risale a 15 anni fà quando, per necessità di sangue nuovo, mi recai a New York per assistere al Westminster Kennel Club Dog Show e a 2 specialties che si tenevano una nel New Jersey e una nello stesso albergo dove avevo preso alloggio.

USA CH. EPSYLON IU-NIQ-KOU

Per 4 giorni credo di non aver mai parlato tanta era la meraviglia per quello a cui stavo assistendo, non avevo parole, non riuscivo ad aprire bocca, ma in compenso gli occhi mi uscivano dalle orbite.
Pensavo ai miei goffi tentativi di rendere il mio shih tzu di allora, più attraente possibile, ma lo lavavo nella vasca da bagno, lo asciugavo con il mio phon personale, gli mettevo due elastici, un fiocchetto un po' alla carlona e via in esposizione.
Ricordo anche che a quei tempi usavo una  piastrina per lisciare il pelo, sembrava quella della Barbie, si chiamava Baby Liss, poi una sera in una camera d'albergo, preparavamo i cani tutti insieme anche per tenerci compagnia,  un amico, allevatore di maltesi, mi mostrò quella che usava lui, che è quella che da quel momento ho cominciato ad utilizzare anch'io.

Multi CH. EPSYLON LHASA KOU prop. Anna Maria Fareri CH.Italiano Svizzero Lussemburghese Internazionale
EPSYLON ANNAPURNA-KOU
Multi Ch.EPSYLON DENGXIAOPING KOU
La piastra è di marca americana?
Neanche per idea, è italianissima, romana, poi la feci conoscere anche in America,in Francia e in Giappone. Insomma loro hanno insegnato tutto a me, ma io avevo presentato loro la"piastra".
RHUMOR ME DE MORGANAN'DHO all.Iriart - prop.Anna Maria Fareri
Ch.EPSYLON HANSHATE KOU - Prop.Rosolen Ch. Internazionale e Sloveno

Secondo lei,com’è il livello attuale della razza?
Secondo me quando una razza diventa troppo popolare cominciano a farsi accoppiamenti indiscriminati, nella quantità, ed è per questo che la razza non migliora.
 
In Europa?
In Germania in Austria, in Svizzera, in Francia, in Spagna, mi risulta che quando gli Shih Tzu italiani sono presenti, vinciamo noi. In Olanda è un po’ più dura la vita, io sono stata anche  in Svezia e ho vinto.
L’Italia ha cani più competitivi, meglio presentati e soprattutto ci sono ottimi toelettatori.
Il professionismo nel nostro paese è sensibilmente aumentato e migliorato.

Se lei dovesse scegliere tra due cani della sua razza quali sono le caratteristiche a cui darebbe maggior importanza?
Per me è indispensabile il tipo, quindi  l’attitudine del cane ,il suo atteggiamento ,come si presenta al guinzaglio molle  e l'espressione.

Multi Ch.EPSYLON DENGXIAOPING KOU (Handler: Anna Maria Fareri)
Quale è stato lo Shih Tzu che più le è  piaciuto in assoluto?
Sono rimasta folgorata da in soggetto canadese, Shente Alexander
Brandy, ad una speciale negli Stati Uniti .
Non aveva vinto, non aveva fatto niente, non è stato neanche preso  in considerazione dal giudice, ma ai miei occhi  non avevo mai visto niente di simile. Lo volevo acquistare e l'allevatrice mi disse che non era in vendita. Il giorno dopo vado a Westminster, e lei mi propone di venderlo ad una certa cifra, io le rispondo:" ieri ci dovevi pensare tu,  adesso ci devo pensare io…. Poi ci ho pensato, le ho telefonato dall’Italia ,accettando la sua proposta finanziaria, e lei mi  rispose: “adesso è troppo tardi per me”.
 Quando il cane morì, sapendo quanto lo avevo amato mi ha scritto ,e nella pubblicazione della storia del cane, utilizzò una foto che avevo fatto io .
Mi aveva colpito, primo la tipicità, la grandissima proporzione, si presentava splendidamente, la sua toelettatura era perfetta come l'espressione e il movimento.
 Anche in  Inghilterra c’è stato un cane che mi era piaciuto molto, ricordo ancora il suo nome Poseidon, un cane che purtroppo era già stato venduto in Australia. L' ho visto in Galles molti anni fa, poi il suo allevatore l' ho rivisto, 2 anni fa, al Crufts quando ho esposto un mio cane.
Ci eravamo gia incontrati  a Berna quando Tito ho fatto la riserva di Best in Show, con più 16000 cani presenti.
Lui mi fermò e mi disse:
"…ti ricordi di me?"
Io risposi:
"...si benissimo, tu eri  l'allevatore di Poseidon ,e io volevo quel cane ma  tu non me lo hai dato…"
Lui  guardò  Tito sul tavolo e mi disse:
"…tu di Poseidon non ne avevi proprio bisogno…"
 
Invece il miglior soggetto del suo allevamento,quale è stato? perché?

Sarebbe semplice rispondere che il miglior soggetto è quello che ha vinto di più. Ma non è cosi, l'allevamento non è fatto di vittorie , ma di riproduzione. Io ritengo che il titolo più significativo per un soggetto sia quello di Campione Riproduttore e che titolo o no, sono orgogliosa quando vedo uno shih-tzu che mi piace e poi vengo a sapere che "dietro" c'è roba mia.

Multi Ch.EPSYLON DENGXIAOPING KOU - BIS IN SVIZZERA (Handler: Anna Maria Fareri)

Quale è stata la vittoria per lei personalmente la più importante?  perché?
 Vittorie ne ho avute tante, con soggetti diversi, allevati, comperati, perchè anche nel comperare ci vuole talento e competenza, ma ce n'è certo una che per una serie di circostanze, credo che non dimenticherò tanto facilmente. La Riserva di BIS alla Mondiale di Berna nel 1994 con oltre 16000 cani di EPSYLON SHANGSU KOU,conosciuto da tanti come TITO.
Era certamente un cane fuori dal normale, splendido, tipico e con la famosa "arroganza" di cui si parla nello standard; grande sia come soggetto da ring che come riproduttore. Insomma di tutto e di più.

 

A Sinistra: WORLD e Multi CH. EPSYLON SHANGSU KOU "Tito" CH.Mondiale 94, Europeo nel 90, 91 e 94, Internazionale Italiano Svizzero Finlandese Francese Tedesco Austriaco,Olandese Lussemburghese & Dutch Champion e Winner Amsterdam Foto scattata quando "Tito" ha concluso la sua carriere espositiva poco prima di essere tosato

WORLD and Multi CH. SHOW OFF'S HUMOR ME - BEST IN SHOW ALLA MONDIALE - MESSICO 1999
WORLD and Multi CH. SHOW OFF'S HUMOR ME Ch. Mondiale Europeo Internazionale Messicano Usa Russo Lussemburghese Italiano Svizzero per 2 anni BOB a Westminster negli stati uniti ha vinto 17 BIS 14 Specialty ed è stato vincitore di oltre 120 raggruppamenti. Anche in Europa non è andato male ha vinto numerosi raggruppamenti e anche BIS.
BEST IN SHOW - LUXEMBOURG 2000 (Handler: Anna Maria Fareri)

Ci vuole descrivere le sue emozioni di quei momenti?
Più che di quei momenti per me forse le maggiori emozioni, sono quelle che si provano quando nasce una cucciolata, quando, valutando dei cuccioli, se ne scopre uno particolarmente promettente o anche quando per 2 anni consecutivi il proprio shih-tzu viene proclamato BOB in un ring a Westminster o forse quando guardo le tonnellate di fotografie che ho scattato ai miei cani e ne trovo una di Tito, di Sole, di Talco ecc ecc ecc che non mi ricordavo di aver scattato. Dentro di me non posso che ringraziarli per avermi dato momenti così intensi e forse indimenticabili.

Ha mai pensato a diventare giudice?
Me lo hanno proposto, ma non ho mai accettato, perchè non sono abbastanza  obbiettiva,giudicando avrei assegnato pochi eccellenti, due oppure tre,e avrei dato parecchi molto buoni, no…non è proprio per me…
 
Il suo giudice ideale?
Per me il giudice è Marisa Brivio Chellini, senza dubbio, un giudice di grande coerenza, grande competenza e umanamente colta, piacevole e spiritosa .
Ho visto Kennet Edth fare un assistentato sui Siberian Huscky  a Stoccolma con  Marisa; anche se di Siberian non capivo niente, lei qualche cosa è riuscita a farmelo entrare nella zucca.
Anche la  signora Violi mi è piaciuta molto,grandissima competente pessimo carattere.
l'Ho vista schiaffeggiare le mani di  Bernini e far piangere la signora Aquilani mentre davano esami sugli shih tzu
 
Lei che ha conosciuto le expo del passato e frequenta quelle attuali cosa ne pensa? (in particolare in Italia)
 Nelle esposizioni attuali ci sono certamente più cani, ma anche molta più maleducazione.

RHUMOR ME DE MORGANAN'DHO all. Iriart - prop. Anna Maria Fareri
World e Multi Ch. EPSYLON KUAI-LO-KOU
Prop. B.Regine Padre: Multi Ch. Wingate's Tom Terrific x Madre: Epsylon Sajka-Kou
Ch.Mondiale, Nordico, Norvegese, Svedese,
Finlandese, Francese, Tedesco,Svizzero,Spagnolo,Italiano,
Lussemburghese,Sanmarinese, Austriaco, Internazionale.
Multi Ch.EPSYLON DENGXIAOPING KOU (Handler: Anna Maria Fareri) Ch. Italiano, Francese, Tedesco, Austriaco, Svizzero, Spagnolo, Olandese, Belga, Finlandese, Svedese, Russo, Lussemburghese, Sanmarinese, Internazionale
Ha qualche suggerimento da proporre agli organizzatori di Expo?
Tenere sempre presente che senza espositori e i loro cani non ci sono le esposizioni..
...NO MARTINI, NO PARTY........
 
Cosa le piace di più delle esposizioni?
Vincere
 
Cosa ne pensa del livello attuale della cinofilia italiana?
Bassolino (doppio senso: altezza e politica)
 
Secondo lei,manca qualcosa?

 L'ENCI
 
Cosa consiglierebbe a chi volesse entrare in cinofilia oggi?
...di cambiare idea..
 
Cosa ne pensa di questi tempi di Cinofilia Globale...con internet?
Straordinaria, la sola cosa veramente avveniristica.
 
Come vede la Cinofilia del futuro?

Internet
USA CH. EPSYLON IU-NIQ-KOU VITTORIOSA A SANTA BARBARA
(Presentata da ENA LANE)
WORLD e Multi CH. EPSYLON SHANGSU KOU "Tito"
La giudice Agnes Ganami con Anna Maria Fareri e "SOLE" - Multi Ch.EPSYLON DENGXIAOPING KOU
Renata Maraolo con la Presidentessa dello Shih Tzu Club Giapponese (foto scattata in occasione di Westminster )

Quali caratteristiche deve avere un proprietario di Shih Tzu?
Meglio che compri un Jack Russell almeno non dira' mai all' allevatore che gli ha venduto il cane: "perchè il mio Shih- Tzu non ha il pelo lungo come i suoi?"
 
Ci può raccontare qualche aneddoto divertente che le è capitato durante la sua carriera di allevatore o espositore ?
Tutto è  aneddotico, non saprei da dove cominciare.
 
Una frase da ricordare?
Quella che mi disse Paolo Dondina durante una delle mie prime esposizioni: " ricordati amica mia devi scegliere tra essere  impopolare e avere dei bei cani o essere popolare e avere cani molto mediocri".

Ha un portafortuna?
Un accendino rosso a forma di peperoncino che mi ha regalato Roberto Vincenzi, tanti ciondolini di corallo e una bottiglietta d'acqua di Lourdes.
 
Un hobby?
La fotografia.
 
Libro,Musica,Teatro o Cinema? Quale?
Forse un libro, ma anche il " VA PENSIERO" diretto da Muti, uno spettacolo con la regia di Ronconi e in ultimo, ma solo di ordine, un film di Visconti

 
Intervista originale [LINK].